Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Omphalos, domani in aeroporto la presentazione del libro di Frau

Dopo aver tenuto a battesimo, nel mese di aprile ’17, la mostra Omphalos, la Sardegna di Atlante, Primo Centro del Mondo al piano Partenze dell’Aeroporto di Cagliari, il giornalista e scrittore Sergio Frau sceglie ancora il ‘Mario Mameli’ - martedì 24 ottobre ore 18.00, Business Centre, 2° piano  - per presentare al pubblico la sua ultima opera.

 

Omphalos, Il Primo Centro del Mondo - Il paradiso che divenne inferno è un libro/inchiesta che rimette la Sardegna al Centro del Primo Mondo. Per Frau, “geometria, geografia, geologia e antichi testimoni sembrano davvero inchiodare l’Isola al ruolo cosmico che un tempo ebbe”. Sergio Frau ha motivato così la sua scelta: “È stato entusiasmante – dopo aver girato il Mondo degli Antichi, lungo il 40° parallelo nord – aver potuto presentare all’Aeroporto di Cagliari un bagaglio di antichissime sorprese per esporle al giudizio dei viaggiatori. Ora è giunto il momento di sottoporre le stesse sorprese al vaglio dei lettori e farlo dal ‘Mario Mameli’ appare la cosa più logica”.


“Di solito un aeroporto permette di viaggiare nello spazio”, prosegue Frau spiegando il successo della mostra. “L’Aeroporto di Cagliari stavolta – grazie a 300 foto inedite – ha regalato ai suoi ospiti la possibilità di volare indietro nel tempo: nel II millennio a.C. nell’Età d’Oro dei 20.000 Nuraghi; nell’Età del Fango che ne seppellì vivi centinaia con uno Schiaffo del Mare; nell’Età del Rimpianto quando i Sardi in fuga si fecero Etruschi sui monti d’Italia, lontani dal mare, pagando Caronte pur di raggiungere il loro Aldilà abbandonato dai Padri”.


La mostra Omphalos, la Sardegna di Atlante, Primo Centro del Mondo per Frau è ora ai blocchi di partenza: “Atterrata nell’Isola Mito di Omero, Eschilo, Platone & C., accompagnata da mappe e video, è pronta a decollare di nuovo. E segnalare tutt’intorno, al mondo che ci circonda, che i primissimi geografi decisero che questa nostra Montagna Cosmica nascosta al Centro dell’Abisso, riusciva a tenere in ordine quel che man mano andavano scoprendo”. 40° parallelo nord e, al Centro, l’Isola Mito: l’Isola di quell’Atlante che i migliori scrittori greci del I millennio a.C. ci giurano al Centro del Mondo. Al Centro di quel Centro la Sorgono dei 200 menhir e del rosone di San Mauro, il più grande dell’Isola: 11.359 km dalle coste pacifiche degli Usa, 11.350 da quelle del Giappone. Segio Frau si pone delle domande e sembra non avere fretta di ottenere risposte: “Si tratta solo di un caso? Riuscirà un libro come Omphalos, illustrato dalla mostra dell’Aeroporto di Cagliari, a riaprire i ragionamenti? A restituire senso, valore e realtà alle parole degli Antichi? Meglio un dubbio in più o uno in meno? Si decolla: il viaggio è lungo…”.


Per i vertici di SOGAER, società di gestione dell’Aeroporto di Cagliari, che ad aprile avevano salutato l’apertura della mostra come “una profonda rilettura in immagini e idee della Sardegna e del Mediterraneo”, riconoscendo all’iniziativa di Frau “lo slancio dell’inchiesta giornalistica moderna, con i suoi accostamenti sorprendenti, l’attenzione alle scoperte, la multidisciplinarità a volte ardita, sicuramente priva di timori reverenziali”, l’evento di domani dà al principale scalo aereo dell’Isola l’occasione di contribuire al dibattito culturale e rendere ancora più saldo il rapporto con il territorio e la sua storia.


“Il libro Omphalos, Il Primo Centro del Mondo - Il paradiso che divenne inferno, che Sergio Frau presenta al Business Centre del ‘Mario Mameli’, completa e illustra la mostra che negli ultimi mesi ha accolto migliaia di viaggiatori, nazionali e internazionali, interessati a scoprire le radici di una terra capace di emozionare con la bellezza del suo mare e delle sue coste ma non solo”. “SOGAER, gestore dell’Aeroporto di Cagliari, crede che partecipare attivamente alla promozione turistica della Sardegna sia un’opportunità da cogliere ogni volta che si presenta e dunque offre al territorio, oggi più ancora che in passato, una ribalta unica e importante per quell’insieme di valori paesaggistici e socio-culturali da sempre alla base dell’ospitalità sarda”.


Il programma dell’evento di domani è particolarmente ricco: oltre all’autore del libro, interverranno Alessio Grazietti, direttore generale SOGAER, gli scrittori Ettore Tronci e Tonino Bussu, l’astronomo Pino Calledda e Claudio Giardino, archeo-metallurgo dell’Università del Salento. La presentazione, che si concluderà con una visita guidata alla mostra, sarà ancora più speciale grazie all’anticipazione di “Sardegna, Le Radici della Storia”, reading del giornalista Mario Tozzi accompagnato dal magico sax di Enzo Favata.